Course objectives

Programma, testi e obiettivi
Access to further study
The title grants access to all 3rd cycle degree programmes (research doctorates as well as specialisation courses and 1st/2nd level masters) in accordance with the requirements established by the respective regulations.
Professional status
The role of graduates in employment:
The degree course in World Politics and International Relations prepares students to enter careers as mid-ranking to senior political consultants both in government and legislative bodies and in national and supranational political and economic organisations.
The course aims to prepare specialists in world political systems who are thoroughly aware of the inter-relations between such systems, who will be able to enter careers as mid-ranking to senior professionals or consultants in public or private organisations, particularly in associations, institutions and organisations with strategic decision-making functions as regards international policies and relations.
Skills associated with the role:
Graduates in World Politics and International Relations possesses special knowledge, both factual and theoretical, of the different political systems of the world, the relationship between domestic and foreign policy, international law and regional law, and the history of political systems and international relations. They can use this knowledge critically, to formulate arguments and to develop useful strategies for public and private organizations in the international arena. They may also possess specific expertise in election monitoring, in the enforcement of human rights and in international diplomacy, as well as more specific skills acquired through training.
Career opportunities:
The degree prepares professionals able to operating at high levels of responsibility in government organizations at the national or international level, in other private and public organizations, in multinational companies, research institutions, and in communication, journalism and publishing. In addition, the course represents a starting point for research at the doctoral level.
Caratteristiche prova finale
Alla prova finale, si accede dopo aver acquisito un numero di crediti che varia da 96 a 99. Essa consente l'acquisizione di altri 21 - 24 crediti e consiste nella presentazione e discussione di una tesi, elaborata dallo studente sotto la guida di un relatore. La votazione di laurea magistrale (da un minimo di 66 punti a un massimo di 110, con eventuale lode) è assegnata da apposita commissione in seduta pubblica e tiene conto dell'intero percorso di studi dello studente. Le modalità di organizzazione della prova finale e di formazione della commissione ad essa preposta, e i criteri di valutazione della prova stessa sono definiti dal Regolamento didattico del corso di laurea magistrale.
Knowledge required for access
To be admitted to the master's degree program, the student must be in possession of a bachelor's degree (including that obtained according to the regulations prior to Ministerial Decree 509/1999 and subsequent amendments and additions) or a three-year university diploma, or another degree obtained abroad, recognized as suitable by the competent bodies of the University. Admission also requires the possession of curricular requirements and the adequacy of the student's initial preparation. The precise requirements, listed on the Master's degree program website, are as follows: 1. A bachelor's degree from an Italian university that includes at least 36 credits in one or more of the following scientific-disciplinary fields: SPS/01; SPS/02; SPS/03; SPS/04; SPS/05; SPS/06; SPS/07; SPS/08; SPS/09; SPS/10; SPS/11; SPS/12; SPS/13; SPS/14; M-GGR/02; M-STO/02; M-STO/03; ; M-STO/04; IUS/01; IUS/02; IUS/08; IUS/09; IUS/10; IUS/13; IUS/14; IUS/21; SECS-P/01; SECS-P/02; SECS-P/03; SECS-P/06; SECS-P12; SECS-S/01; SECS-S/04. Or: an equivalent foreign degree with at least 36 credits (or equivalent) in subjects equivalent to those listed above. 2. Adequate knowledge of English, certified through internationally recognized tests and/or verified through the admission test. 3. Adequate preparation in subjects relevant to the Course of Study, verified through the admission test.
Title conferred
Second cycle degree/Two years Master in WORLD POLITICS AND INTERNATIONAL RELATIONS
Abilità comunicative
Al termine del corso di studi, gli studenti devono aver acquisito la capacità di comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità informazioni, idee, problemi e soluzioni, conoscenze, motivazioni, e le loro personali conclusioni, a interlocutori specialisti e non specialisti provenienti da diversi contesti culturali. Quanto all'abilità di comunicare per iscritto, i singoli docenti del Dipartimento di Scienze politiche e sociali mettono a disposizione degli studenti le linee guida per la redazione della dissertazione per la prova finale o di altri elaborati relativi a singoli insegnamenti.Quanto alle abilità comunicative nelle lingue straniere, oltre alla eventuale partecipazione alle attività didattiche specificamente dedicate a esse, gli studenti sono invitati ad accogliere, e intrattenere relazioni con gli studenti e i docenti stranieri in soggiorno presso l'Università di Pavia, e ad avvalersi della possibilità di svolgere periodi di studio all'estero.
Il possesso di abilità comunicative è verificato in sede di esame scritto e/o orale, dando agli studenti la possibilità di partecipare ad attività di discussione guidata in gruppo, richiedendo agli studenti di scrivere un elaborato individuale e di esporre individualmente un lavoro di approfondimento nell'ambito di singoli insegnamenti, richiedendo agli studenti di scrivere ed esporre la propria dissertazione per la prova finale, invitando gli studenti a prestare servizio come tutor nell'ambito di singoli insegnamenti o attività di Dipartimento rivolte agli studenti e, in particolare, agli studenti dei corsi di laurea.
Autonomia di giudizio
Al termine del corso di studi, gli studenti devono essere capaci di integrare le conoscenze multidisciplinari acquisite, gestendone la complessità, formulare giudizi sulla base di informazioni limitate o incomplete, includendo nella riflessione le responsabilità sociali ed etiche collegate all'applicazione delle loro conoscenze e dei loro giudizi. E soprattutto di comprendere e di apprezzare l'essenza di contesti culturali diversi da quello di provenienza. A tale scopo essi devono essere capaci di raccogliere, organizzare e interpretare dati e informazioni sapendo: svolgere ricerche bibliografiche, utilizzare basi di dati, raccogliere e selezionare informazioni da varie fonti (p. es. via internet), progettare e condurre attività di ricerca, analizzare e interpretare dati, trarre conclusioni dai dati analizzati, preparare rapporti o relazioni, sostenere pubblicamente un'opinione. La maggior parte di queste abilità sono acquisite partecipando alle attività didattiche dei singoli insegnamenti; tuttavia allo sviluppo e al rafforzamento della capacità di formare giudizi autonomi contribuisce anche la partecipazione ad attività (p. es. seminari o conferenze) organizzate dal Dipartimento di Scienze politiche e sociali, da altri dipartimenti o da altre istituzioni del sistema universitario locale (p. es. i collegi, l'Istituto Universitario di Studi Superiori) e la partecipazione agli organi di governo dei singoli corsi di studio, del Dipartimento di Scienze politiche e sociali e dell'Ateneo.
Capacità di apprendimento
Al termine del corso di studi, gli studenti devono aver sviluppato la capacità di consolidare, estendere e approfondire, in modo auto diretto e con un alto grado di autonomia, nell'esperienza di lavoro o nel proseguimento degli studi, le conoscenze acquisite in precedenza. Tali capacità sono acquisite frequentando e partecipando alle lezioni e alle altre attività didattiche del corso di studi, tramite lo studio individuale, e – quando possibile – tramite tirocini formativi e/o le esperienze di studio all'estero.
Conoscenza e comprensione
Area Generica
Al termine del corso di studi, gli studenti devono aver dimostrato di possedere conoscenze e capacità di comprensione che estendono e/o rafforzano quelle associate al primo ciclo di studi e che consentono di elaborare e/o di applicare idee originali, anche in un contesto di ricerca. In virtù del carattere fortemente interdisciplinare del corso di studio, essi devono aver dimostrato di possedere delle conoscenze specifiche di natura politologica, sociologica, giuridica, economica e storica nella misura in cui contribuiscono alla comprensione dei sistemi politici nazionali ed internazionali. Essi devono, inoltre, aver dimostrato di possedere un livello di conoscenza delle lingue straniere adeguato al carattere marcatamente comparativi stico e internazionalistico del corso di studi.
Queste conoscenze sono acquisite partecipando attivamente alle attività didattiche (lezioni, esercitazioni, seminari e laboratori) e attraverso lo studio individuale.
Il possesso di queste conoscenze è verificato tramite il superamento delle prove d'esame di ciascun insegnamento, la redazione di elaborati individuali o di gruppo collegati ai singoli insegnamenti, la redazione di una dissertazione individuale per la prova finale.
Al termine del corso di studi, in relazione agli ambiti disciplinari caratteristici del profilo del corso gli studenti devono aver dimostrato di essere in grado di comprendere testi (p. es. manuali, monografie, rapporti di ricerca, articoli di riviste scientifiche, di dibattito o di quotidiani, leggi, regolamenti) ed esposizioni orali (p. es. lezioni, relazioni, conferenze, interventi).
Essi devono aver dimostrato, inoltre, di essere in grado di comprendere dati relativi alle aree disciplinari caratteristiche del corso.
Al fine di consolidare e di accrescere la propria capacità di comprensione di testi, esposizioni e dati, gli studenti, nella loro attività di apprendimento, attingono a una pluralità e a una varietà di fonti scritte od orali, frequentano le lezioni, partecipano alle altre attività didattiche o di approfondimento proposte dal Dipartimento di Scienze politiche e sociali, da altri dipartimenti o da altre istituzioni (p. es. i collegi, l'Istituto Universitario di Studi Superiori).
La capacità di comprensione di testi, esposizioni orali, e dati da parte degli studenti è verificata tramite il superamento delle prove d'esame di ciascun insegnamento, la redazione di elaborati individuali o di gruppo collegati ai singoli insegnamenti, la redazione di una dissertazione individuale per la prova finale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Area Generica
Al termine del corso di studi, gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite, avendo dimostrato di saper ideare e sostenere argomentazioni e di saper definire e risolvere problemi intellettuali complessi, in relazione ai temi sviluppati nell'ambito del corso. In particolare, essi devono essere in grado di connettere e di applicare le riflessioni politologiche, sociologiche, giuridiche, economiche e storiche in maniera pertinente per la valutazione delle politiche pubbliche nazionali ed internazionali, per la politica estera, per il diritto internazionale e per la diplomazia.
Il possesso di queste competenze è verificato: preparando relazioni o rapporti scritti o esponendo relazioni orali nell'ambito dei singoli insegnamenti; partecipando alle discussioni di gruppo nell'ambito delle lezioni; partecipando a esercitazioni (dibatti formali, esercitazioni scritte); partecipando a seminari e convegni nazionali e internazionali; sostenendo prove d'esame scritte od orali; preparando ed esponendo il proprio elaborato per la prova finale.

I dettagli sulla verifica dei risultati dell'apprendimento sono riportati nei singoli "course syllabus" disponibile agli studenti attraverso il sito web del corso di laurea: <a href="http://www-5.unipv.it/wpir/">http://www-5.unipv.it/wpir/</a>
Language(s) of instruction/examination
ENGLISH
Competenze associate alla funzione
Profilo Generico
Il laureato in World Politics and International Relations possiede delle conoscenze specifiche, fattuali e teoriche, dei diversi sistemi politici del mondo, dei rapporti tra politica interna ed estera, del diritto internazionale e regionale, e della storia dei sistemi politici e delle relazioni internazionali. Egli ha l'abilità di applicare queste conoscenze in maniera critica, di formulare e di comunicare argomentazioni, e di sviluppare e di comunicare delle strategie per organizzazioni pubbliche e private nell'arena internazionale. Può possedere anche delle competenze specifiche nel monitoraggio elettorale, nel monitoraggio e nell'applicazione dei diritti umani e nella diplomazia internazionale, nonché competenze ancora più specifiche acquisite attraverso il tirocinio.
Funzione in contesto di lavoro
Profilo Generico
Il laureato in World Politics and International Relations può svolgere un ruolo professionale ai livelli intermedi e alti del governo e di organizzazioni non governative attive in sistemi politici e legali nazionali, internazionali e sovranazionali, interagendo con facilità in lingua inglese e utilizzando delle competenze politologiche, giuridiche, economiche e storiche. Il corso prepara specialisti nelle decisioni strategiche per organizzazioni pubbliche e private, nella formazione di politiche nazionali e internazionali, nelle decisioni nel contesto dell'integrazione regionale, e in consultazioni professionali affini.
Specific educational objectives of the course of study
The second-level degree course in World Politics and International Relations aims to prepare graduates who are able to recognise and analyse the forms that the organisation of political systems can take in different national contexts, and how such forms are shaped by the relations between political systems.
In accordance with the learning goals of the degree class, the course has a multidisciplinary approach which combines modules on politics (which have the most ECTS) with modules on history, economics, statistics, law and sociology.
As a result of the advanced interdisciplinary approach of the programme, students will be able to identify the fundamental structures and patterns of the political units – mainly nation states - found on the world scene. Students will be able to compare the internal features using relevant socio-demographic methodologies and determine how they mutually affect the international relations systems in which they are located.
The learning goal of the degree course in World Politics and International Relations is to study individual political systems (or categories of systems) in a highly inter-related world context which requires them to adapt.
Classes are taught in such a way as to encourage interdisciplinary theorizing, thus contributing to the training of experts able to interpret political, social, legal, economic and historical reality in all its complexity. Thus, the different disciplines (political science, sociology, law, economics, history) do not represent separate and distinct study areas, but interrelated aspects of a single object of study. The area in which the course trains its graduates is general from the disciplinary point of view, but unitary and advanced in terms of the topics treated.